“Liberi liberi siamo noi
però liberi da che cosa
chissà cos’è?… chissà cos’è!”
(Vasco Rossi, Liberi… Liberi)

Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks, è stato rilasciato da qualche giorno su cauzione da Scotland Yard. Non si trova più nal carcere di Wandsworth, ma in una lussuosa residenza messa a sua disposizione dall’amico giornalista Vaughan Smith. Deve sottostare ad una serie di restrizioni, come l’obbligo di non lasciare il Paese in cui si trova e quello quotidiano di firma in commissariato, ma almeno è fuori di galera. Intanto il dibattito per l’estradizione è rinviato alle prossime settimane, e Assange si trova al centro delle pretese di Svezia e Stati Uniti.

Staremo a vedere come tutta questa vicenda si evolverà, non possiamo permetterci che tutto l’operato di questo eroe moderno (perché questo è quello che è) venga fatto cadere nel dimenticatoio.

Annunci