Ieri Julian Assange, uscendo dal suo nascondiglio segreto nel sud dell’Inghilterra, è andato a Scotland Yard a costituirsi. È stato dunque arrestato dalla polizia britannica e posto in una cella d’isolamento, senza Internet, computer, telefono, né tantomeno qualcosa per scrivere. Tutto questo è una misura cautelativa, da parte della polizia, nell’attesa di valutare e discutere l’estradizione in Svezia. Ma ovviamente in tutto questo gli statunitensi non potevano starsene zitti; si sono infatti intromessi nel dibattito perché vorrebbero far estradare Assange negli Stati Uniti per processarlo per spionaggio. Peccato che gli Stati Uniti si siano dimenticati di dire di aver già arrestato a suo tempo un presunto collaboratore di WikiLeaks, ovvero Bradley Manning, un soldato che sembra aver fornito importanti documenti riguardo le guerre in Iraq ed Afghanistan. E si siano anche dimenticati di dire che Manning è detenuto da sette mesi in un carcere di massima sicurezza in condizioni disumane senza che le Autorità abbiano ancora formalizzato le accuse nei suoi confronti. Gli Stati Uniti non sono una democrazia, perché violano molto facilmente i diritti di tutti, anche dei propri stessi cittadini. Finché idolatri l’America sei un cittadino modello. Ma appena muovi una critica alla politica o metti in dubbio la bontà del suo operato, allora diventi molto facilmente una persona non gradita sul suolo nazionale. Non dimentichiamo mai come e dove è nato il fenomeno del maccartismo.

Non possiamo permetterci che gli statunitensi mettano le mani su Assange, sarebbe la fine. Consola vedere che, se da un lato per il fondatore di WikiLeaks c’è un fuoco di fila tremendo, una serie di condanne unanimi da parte di vari capi di stato, dall’altro c’è anche chi offre ospitalità e asilo all’hacker australiano. Sto parlando del Brasile e dell’Ecuador. Andatevi a leggere la vera storia di questi due paesi, completamente ignorata dai mezzi d’informazione comuni, e capirete moltissime cose.

Staremo a vedere come si evolverà tutta la vicenda. Forza Julian!

Annunci