Ieri, gettandosi da una finestra dell’ospedale San Giovanni a Roma, nel quale era ricoverato per un tumore alla prostata in fase terminale, si è suicidato il regista Mario Monicelli.

Aveva 95 anni, ma nonostante l’età ha conservato fino all’ultimo una capacità di giudizio e di valutazione sempre lucidissima. Ci ha lasciato un patrimonio cinematografico straordinario, in cui ha saputo cogliere e rappresentare egregiamente situazioni e personaggi tipici dell’Italia di ogni tempo. Era innegabilmente una persona illuminata, un esempio da seguire.

Un’altra mente straordinaria che se ne va.

Annunci